01/11/2023 - 30/11/2024
2 GIORNI / 1 NOTTE
Experience

Descrizione attività

Un itinerario lungo il Basso Monferrato Alessandrino alla scoperta degli infernot Patrimonio Unesco.
Gli infernot sono camere sotterranee, scavata a mano nella Pietra da Cantoni roccia arenaria tipica della zona senza luce ed aerazione con temperatura ed umidità costanti venivano utilizzate per custodire il vino imbottigliato e come deposito di viveri. Sono stati classificati patrimonio dell’UNESCO nel 2014 e sono oggi inseriti in un circuito di 14 borghi situati tra le province di Asti e Alessandria.


Programma

Giorno 1

Arrivo a Cella Monte. Camminando per le strette strade del borgo, che assume le sembianze di un museo a cielo aperto, ci si rende conto che all’interno dei muri ci sono delle conchiglie, ma non sono posizionate lì dall’uomo quanto dalla natura, perché milioni di anni fa in questa zona era presente il mare e le colline del Monferrato erano i suoi arcipelaghi. Man mano che l’acqua si ritirava rimaneva la pietra arenaria, con cui sono state costruite le abitazioni, gli edifici e gli infernot Patrimonio UNESCO. Queste camere sotterranee scavate nella rocca arenaria pietra da cantoni, grazie alle particolari caratteristiche geologiche di questo terreno di origine marina, mantengono temperatura e umidità costanti e pertanto venivano utilizzate per la conservazione del cibo come appendice alle cantine. Sono preziose eredità della tradizione contadina, piccoli tesori nascosti riconosciuti come patrimonio dell'umanità.
Visita all’Ecomuseo della Pietra da Cantone e a seguire visita ad una cantica storica e al suo infernot privato con degustazione dei vini di produzione.
Tempo libero per scoprire gli infernot della zona.
Cena in trattoria (bevande escluse) e pernottamento in agriturismo/b&b

Giorno 2

Dopo colazione tempo libero per scoprire altri infernot o per vistare il Santuario Mariano di Serralunga di Crea, inserito tra i Sacri Monti Unesco. Il Sacro Monte di Crea è un luogo di antico culto mariano ed è composto dal Santuario, da 23 cappelle e da 5 romitori. La più spettacolare è la Cappella 23 l’“Incoronazione della Vergine”, comunemente detta “Il Paradiso” che risale al 1598: è la più alta cappella del Sacro Monte e all'interno vi trionfano gruppi di figure appese e affrescate sulla volta, circa 300 in tutto, opera del fiammingo Nicola De Wespin.A seguire visita e degustazione in cantina per scoprire i vini top della zona accompagnati da un tagliere di prodotti locali

Tariffe / supplementi

Tariffe a persona a partire da:

€ 180,00 (gruppo di 2 pax)

La quota include:

1 pernottamento con prima colazione in agriturismo/b&b con sistemazione in camera doppia - 2 visite in cantine con degustazioni - cena in trattoria - visita all'Ecomuseo della Pietra da Cantoni assicurazione sanitaria

La quota non include:

Trasferimenti - city tax - pasti e tutto quanto non indicato nella voce la quota comprende

Altro

Formula vacanza:

Famiglie, Gruppi, Individuali

Accompagnamento/guida:

Sì, su richiesta con supplemento

Informazioni