Novarese

Dalla pianura del riso alle colline del Medio Novarese

Novara (48,00 km)
Caricamento...
Descrizione del percorso

Dal paesaggio della piana irrigua al fascino delle colline moreniche del Medio Novarese, alla scoperta delle bellezze artistiche, storiche e naturalistiche di Isarno, Caltignaga, Badia di Dulzago e Linduno e delle opere di Alessandro Antonelli a Oleggio e Bellinzago

Partenza da Vignale (Piazzale della Chiesa).
Imboccare la strada sterrata che parte di fianco al Circolo e passando dietro all'Istituto Bonfantini raggiungere la località Isarno.
Girando a destra si raggiunge la SS 229; percorrendola verso sinistra si arriva a Caltignaga. Dal centro paese seguire a destra la SP 83 fino alla Cascina Codemonte. Davanti alla cascina girare a sinistra sulla sterrata che raggiunge Cavagliano. Proseguendo sulla SP 102, si arriva alla Badia di Dulzago. 
Proseguire sulla SP 102 raggiungendo Bellinzago. Dal centro paese prendendo a destra sulla SP4 si arriva a Oleggio, nel parco si trova una ottima per pranzo al sacco.
Proseguire verso il cimitero del paese per una visita alla Basilica di San Michele. Da qui procedendo sulla SP18/a si raggiunge Mezzomerico. Imboccare la SP 105 e scendere a Vaprio D'Agogna. Girare a sinistra sulla SP19 e raggiungere Castelletto; qui girare a destra dopo 200mt imboccare la sterrata che sfiorando il cimitero, raggiunge la Cascina e l'Oratorio di Linduno. Tenendo la destra si raggiunge Alzate.
Proseguire, superare l'incrocio con la SS229 e arrivare alla Cascina Mirasole. Girare a sinistra sulla strada interna parallela alla SS 229 si attraversa Sologno per arrivare a Caltignaga. Ripercorrere in senso inverso il percorso da Caltignaga a Novara (Vignale)

Il percorso si snoda principalmente su strade secondarie o a basso traffico, presentando facili saliscendi. Si percorrono in totale circa 48km, di cui 9km su strade sterrate con un discreto fondo.

Punti di interesse

Vignale, Cascina Isarno
Il complesso rurale è ubicato fuori dal centro abitato e se ne ha testimonianza sin dall’840; all’interno si ammira la chiesa dedicata ai Santi Cosma e Damiano.

Caltignaga, Acquedotto romano
Lungo la provinciale sono ancora visibili i resti di un acquedotto romano che probabilmente alimentava le terme di Novara.

Caltignaga, Castello
Al centro del paese sorge l’antico Castello del XV secolo, oggi proprietà privata, con un bel giardino all’italiana.

Caltignaga, Oratorio di San Salvatore e Oratorio dei Santi Nazzaro e Celso
Di particolare interesse sono i due oratori nei cimiteri del paese e della frazione Sologno, entrambi risalenti al periodo romanico, con begli affreschi attribuiti a Giovanni De Campo e alla sua bottega.

Bellinzago Novarese - Cavagliano, Chiesa di San Vito
Il piccolo oratorio ubicato nel cimitero della frazione di Bellinzago, merita una sosta per lo scenografico affresco del XV-XVI secolo, che copre l’arco trionfale e l’abside, vicino alla scuola di Gaudenzio Ferrari.
Da segnalare in posizione dominante il Castello, un edificio rurale con tracce dell’antico fossato e, adiacente, la Chiesa di San Quirico

Bellinzago, Badia di Dulzago
Nel verde della campagna e dalle risaie sorge la Badia di Dulzago, secolare sede di abbazia, ove si può ammirare la chiesa romanica di San Giulio del XII secolo. Da segnalare ogni anno, l’ultima domenica di gennaio, la Festa di San Giulio con la tradizionale Fagiolata

Bellinzago, Chiesa di San Clemente, Casa Parrocchiale e Asilo infantile De Medici
Al centro del paese si trova il complesso di edifici ottocenteschi, della cui realizzazione fu incaricato l’architetto ghemmese Alessandro Antonelli

Oleggio, Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo
Venne progettata da Alessandro Antonelli tra il 1853 ed il 1858 e presenta una tipica facciata neoclassica. Al suo interno trova spazio il Museo d’Arte Religiosa “P.A. Mozzetti”, che raccoglie paramenti sacri, opere e oggetti religiosi delle chiese di Oleggio.
Poco distante si trova il Museo Storico Etnografico Archeologico “C.G. Fanchini”, che custodisce in diverse sezioni, reperti archeologici, oggetti storici e d’arte che raccontano la storia del borgo, dalle origini ai giorni nostri.

Oleggio, Basilica di San Michele Arcangelo
Presso il cimitero sorge la basilica, citata per la prima volta in un documento del 973. Rappresenta uno degli edifici religiosi più significativi dell’intero territorio padano e conserva interessanti affreschi dell’XI-XII secolo; merita una visita anche la cripta con volte a crociera.

Da Mezzomerico a Vaprio d’Agogna
Mezzomerico, 
Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo
In posizione panoramica sulla Collina di Mezzomerico, sorge la parrocchiale, costruita nel 1847 sui resti di una chiesa precedente, il suo interno è ad aula unica con volta a botte e cinque altari.Meritano una sosta anche l’Oratorio di Santa Maria Maddalena del XVI secolo e Palazzo Visconti del XV secolo, ancora ben conservato.

Suggestivo è l’itinerario panoramico tra vigneti l e boschi di collina che si ritrova nel percorrere la via che collega Mezzomerico a Vaprio d’Agogna, che conserva in centro la Casaforte del XIII secolo, che fu dimora di Giovan Battista Caccia, detto il Caccetta, personaggio violento a cui si ispirò Manzoni per tracciare le caratteristiche di Don Rodrigo.

Momo - fraz. Linduno, Oratorio di Santa Maria
Situato nella campagna fra Bellinzago e Alzate di Momo, presso la cascina Linduno, si trova l’oratorio con pregevoli affreschi di Luca De Campo del 1468.

Partenza, arrivo e comuni attraversati
Partenza
corso Risorgimento, 416
Piazzale della Chiesa
28100 Novara (NO)
Novara
Visualizza su mappa
Arrivo
corso Risorgimento, 416
28100 Novara (NO)
Novara
Visualizza su mappa
Comuni attraversati
Bellinzago Novarese, Caltignaga, Mezzomerico, Momo, Novara, Oleggio
Links
http://www.turismonovara.it
Si segnala che gli itinerari possono prevedere dei tratti in compresenza di traffico veicolare.
Le informazioni contenute nei percorsi non impegnano la responsabilità di autori e verificatori dei percorsi stessi.